Home Miti e leggende Il simbolo della pace nelle civiltà antiche

Il simbolo della pace nelle civiltà antiche

800
0
il-simbolo-della-pace-nelle-civiltà-antiche

Il simbolo della pace nelle civiltà antiche

Nella lingua italiana, il vocabolo “pace” indica una situazione di ordine e tranquillità, caratterizzata dal rispetto e dalla collaborazione tra gli individui e le nazioni.

La parola “pace” deriva dal sanscrito pak– o pag– e ha il significato di pattuire, patteggiare, unire, trovare un accordo. Pertanto, il termine indica una condizione di concordia e armonia, che unisce le persone e i popoli.

Il simbolo della pace nelle civiltà antiche

Nelle civiltà del passato esistevano varie divinità che impersonavano la pace.

Nell’antico Egitto, ad esempio, l’emblema della pace era incarnato dalla dea Maat, che simboleggiava anche l’ordine, l’equilibrio e la giustizia.

Si narra che questa divinità fosse giunta nel mondo degli umani per volere del padre, il dio del sole, che voleva porre fine al caos e ristabilire l’ordine naturale delle cose.

Nella civiltà greca, la personificazione della pace era simboleggiata dalla dea Irene o Eirene, figlia di Zeus e Temi.

La divinità aveva due sorelle, Eunomia e Dike, con cui andava molto d’accordo. Esse impersonavano rispettivamente l’ordine e la giustizia morale, senza le quali la pace non può esistere.

Un altro esempio è rappresentato dalla dea romana Pax, descritta come la figlia di Giove e della dea Giustizia.

Nell’antica Roma, il culto della pace si diffuse durante il regno dell’imperatore Augusto, che riuscì a riportare l’ordine dopo anni di guerre civili.

Egli fece costruire un altare in onore di questa divinità, chiamato Ara Pacis Augustae.

Inoltre, stabilì che la dea venisse onorata con una festa che si svolgeva il 3 e il 4 gennaio, ma anche il 4 luglio in cui si celebrava la “Pax Augusta”.

Il simbolo della pace nelle civiltà antiche

La dea romana Pax è spesso raffigurata con in mano alcuni ramoscelli di ulivo, che simboleggiano la pace, ma anche con la cornucopia che è segno di buon auspicio.

Clicca qui per tornare alla categoria “Miti e leggende”.

Previous articleIl mito di Giacinto e la nascita di un nuovo fiore
Next articleGli orrori della guerra nel Guernica di Picasso